// La balistica delle armi di rappresaglia

Voglio condividere uno strano percorso di scoperta che segue su doppio binario la parabola delle Vergeltungswaffe, delle “armi di rappresaglia” naziste e degli ingegneri che in un modo o nell'altro presero parte ai loro progetti.

Ripercorro in ordine cronologico da cosa ero partito e a cosa sono arrivato.

  • avevo bisogno di scrivere correttamente il nome del padre della missilistica Von Braun e, sapendo che aveva progettato la V2 vado su wikipedia alla voce V2, trovandolo, ma scopro che quello che avevo in mente come V2 non era quello che è in realtà,
    visto che mi aspettavo questo:
    e invece mi sono imbattuto in questo:
  • ci vogliono pochi secondi seguendo qualche link in fondo alla pagina di wikipedia per scoprire che quello che avevo sempre pensato essere una V2 in realtà era una V1, poco male sbagliavo solo di un unità in fin dei conti ma in fondo alla pagina scopro che oltre alle V1 e V2 esisteva anche una V3 (di cui ignoravo l'esistenza)

  • seguo il link a V3 e scopro che la terza arma di rappresaglia al contrario delle prime due è un supercannone a cariche multiple che scoppiando in sequenza durante il passaggio del proiettile lo acceleravano sempre più: ingegneristicamente ingegnoso se non fosse che la sua trasportabilità nulla ne facesse in tempi di guerra un facile bersaglio (come effettivamente fu)
  • e in tempi di pace ? scopro che gli USA proseguono gli esperimenti della V3 a fini civili con il nome di progetto HARP per trovare un modo di mettere in orbita a basso costo piccoli satelliti, il progetto viene abbandonato raggiungendo meno della metà della velocità necessaria per il conseguimento dell'obiettivo (che era di 9000 m/s, 32400 km/h)
  • chi ha curato il progetto HARP ? Gerald Bull (la versione inglese è più ricca) un brillante quanto controverso ingegnere canadese specializzato in artiglieria a lunga gittata
  • che fine ha fatto Bull dopo il progetto HARP ? non bella: messo a capo del progetto Babylon per la costruzione di un supercannone da Saddam Hussein viene assassinato a Bruxelles in Belgio probabilmente dai servizi segreti iraniani o da quelli israeliani per bloccare il progetto.

Ho trovato un po' bizzarro che Von Braun e Bull abbiano seguito nelle loro vite (chi dall'alto, chi dal basso) la traiettoria balistica delle loro stesse armi.

Von Braun parte Nazista sconfitto e finisce in TV a spese di Walt Disney per parlare dell'esplorazione spaziale diventando un beniamino del pubblico americano.

Bull parte da un progetto Americano per sparare satelliti a basso costo nello spazio e finisce mercenario morto ammazzato perché stava costruendo un supercannone da guerra.

Ogni tanto gli uomini non seguono lo stesso destino delle casacche che indossano.

Leave a comment…



  • E-Mail address will not be published.
  • Formatting:
    //italic//  __underlined__
    **bold**  ''preformatted''
  • Links:
    [[http://example.com]]
    [[http://example.com|Link Text]]
  • Quotation:
    > This is a quote. Don't forget the space in front of the text: "> "
  • Code:
    <code>This is unspecific source code</code>
    <code [lang]>This is specifc [lang] code</code>
    <code php><?php echo 'example'; ?></code>
    Available: html, css, javascript, bash, cpp, …
  • Lists:
    Indent your text by two spaces and use a * for
    each unordered list item or a - for ordered ones.